Verde Cuore

Informazione e sensibilizzazione dei temi del vivere secondo un'etica cruelty free, bio, ecosostenibile, sana e salutare.

Le regole preziose per evitare lo spreco di acqua

Lascia un commento

See on Scoop.itDiario verde

ACQUA LE REGOLE PREZIOSE PER EVITARE LO SPRECO DI ACQUA Evitare lo spreco di acqua: e’ questo l’obiettivo delle dieci regole antispreco della campagna di sensibilizzazione lanciata da Amiacque, la società di erogazione della Provincia di Milano. Che l’acqua sia un bene prezioso che non può essere sprecato non è certo una novità, ma i cittadini devono essere guidati nelle scelte di ogni giorni per un uso corretto della risorsa idrica. Si può evitare lo spreco dell’acqua, per esempio, applicando un riduttore di flusso ai rubinetti casalinghi, risparmiando così circa 4.000 litri di acqua potabile in un anno, e utilizzando elettrodomestici di classe A+ a pieno carico, grazie ai quali si può arrivare a tagliare il consumo idrico fino a 10.000 litri l’anno. E ancora. Si può risparmiare acqua scegliendo di fare la doccia invece del bagno, facendo attenzione a chiudere i rubinetti quando non servono (mentre si lavano i denti, o ci si insapona) e lavando piatti, la frutta e la verdura in una bacinella (azione grazie a cui si tagliano 6.000 litri di acqua potabile in un anno). Per evitare lo spreco di acqua è bene anche annaffiare le piante la sera, perché l’acqua evapora più lentamente e penetra più in profondità nel terreno e installare lo ‘sciacquone intelligente’, quello con due tasti per due differenti volumi d’acqua (fa risparmiare 100 litri di acqua al giorno). Importante anche fare un controllo periodico delle tubature, chiudendo tutti i rubinetti: se il contatore dell’acqua gira lo stesso vuol dire che c’è una perdita, riparandola si risparmiano circa 4000 litri di acqua all’anno. Partendo per le vacanze, chiudere sempre il rubinetto centrale dell’acqua evita sorprese sgradevoli dovute a rotture dell’impianto. Ultimo consiglio di Amiacque per evitare lo spreco della risorsa idrica è quello di raccogliere l’acqua piovana, che può essere utilizzata per lavare l’auto e annaffiare le piante. Fonte: Ecoseven – http://bit.ly/11QDITT
See on bit.ly

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...